IT | EN

Navigando dalla Toscana alla Costa Azzurra

Abbiamo iniziato il nostro viaggio in barca a vela a Piombino, in Italia, l’8 ottobre. Il nostro primo obiettivo era arrivare a Nizza, in Francia, con 24 ore di navigazione non-stop.

Le condizioni meteorologiche erano perfette per la traversata. La nostra rotta verso Nizza ci portava a doppiare Capraia e Capo Corso al tramonto, per poi continuare in mare aperto fino alla mattina. Sfortunatamente non c’era luna in quei giorni, il tramonto era intorno alle 19:30. Le uniche luci che avremmo potuto vedere dopo il calar del sole erano le stelle. La notte era senza nuvole. Immagina di essere in mezzo al mare nel bel mezzo della notte e che non ci sia un pezzo di terra intorno a te e che tu stia andando in un posto che non hai mai visto prima. Giri la testa verso il cielo e migliaia di stelle ti battono le palpebre. È stato il momento in cui mi sono sentita più vicino alle stelle in vita mia. Non ho mai visto prima una cosa del genere. È difficile descrivere lo spettacolo che il cielo ti presenta. Abbiamo visto almeno 50 stelle cadenti fino all’alba. Chissà quante migliaia di anni luce prima di essere lì, chi sa a quali galassie hanno portato la vita.

Navigazione dalla Toscana alla Costa AzzurraImprevisti della navigazione notturna

Mentre stavamo navigando con tutti questi pensieri nella nostra mente, improvvisamente abbiamo iniziato a vedere delle luci sulla nostra rotta, in mezzo al mare. Pensavamo fosse una nave da carico, ma le luci aumentavano, erano davvero tante. Anche se si fosse trattato di una nave mercantile, sarebbe dovuta essere tre volte più grande di Titanic. Vedendo che le luci aumentavano era chiaro che ci stavamo avvicinando sempre più. Cercammo di capire cosa stesse succedendo con il binocolo, ma non era possibile distinguere niente nell’oscurità della notte. Quindi la radio ha iniziato ad annunciare. Securité, Securité, Securité. Penso che non ci sia cosa più eccitante al mondo di questo annuncio. Nel mezzo della notte: Securité, Securité, Securité. Ci siamo quindi resi conto che l’annuncio riguardava una collisione di due navi cisterna, comunicando l’obbligo di passare a 10 miglia di distanza dall’incidente. Coordinate:: 43 14 9 N, 009 287 E. (vedi la notizia dell’incidente)

Così abbiamo cambiato rotta, dirigendo a S-W per passare a 10 miglia di distanza dalle coordinate indicate dalla radio. Abbiamo iniziato ad allontanarci dalla scena, vento al gran lasco, con gli annunci di securité che continuavano nella notte.

Buongiorno dalla Costa Azzurra

La notte progrediva, il sonno cominciava a farsi sentire. Non siamo riusciti a dormire a causa dello stress dell’incidente dell’autocisterna, ma eravamo quasi sicuri che con l’alba avremmo iniziato ad essere più rilassati. Il sole ha iniziato a salire alle 6:00 del mattino. L’oscurità era finita, ma la sensazione di relax portata dal sole non durò molto. 30 nodi da N-E accompagnati da una bella onda vengono ad augurarci il buon giorno, quando siamo a 30 miglia da Nizza. I’ultimo aggiornamento meteo non  preannunciava più di 15 nodi a quell’ora.

Il nuovo bollettino delle 8 dava la sventolata in corso in calo dalle ore 10. Il vento in realtà non è mai calato. Fortunatamente, il tempo era soleggiato, se avesse piovuto, sarebbe stato davvero faticoso per noi. Due mani di terzaroli prima, solo fiocco poi, abbiamo proseguito fino a Nizza.

Entrare in un porto quando il mare è agitato da una sensazione di tepore. Dopo aver fissato gli ormeggi in banchina la giornata è subito diventata tranquilla e rilassante.

Il porto di Nizza

Nizza è un bel posto. Come in tutta la costa francese, si recepisce un’atmosfera molto accogliente arrivando in barca. I francesi sono molto rispettosi di chi arriva dal mare. L’idea principale è che andare in giro a vela non è una cosa facile, quindi quando entri nei porti ti fanno sentire a tuo agio. Anche i prezzi dei porti sono onesti, il prezzo del Porto di Nizza per una notte è di soli 16 € (ottobre), con drappa, elettricità e acqua in banchina e docce pulite. (info sul porto qui)

Porto di Nizza

Il porto si trova a pochi minuti a piedi dal centro della città. Abbiamo quindi potuto visitare facilmente le belle vie del centro storico, trovare un buon ristorante e assaggiare del delizioso vino francese. L’unico problema è stata la tanta pioggia, ininterrotta per 3 giorni, ma siamo stati felici di trovarci in un porto sicuro con questo tempo. A causa del brutto tempo in quei giorni, veniamo a sapere di diversi problemi lungo la costa francese, proprio sulla nostra rotta per la prossima settimana. Inondazioni e piogge torrenziali avevano provocato anche alcuni morti. (leggi la notizia qui).

Siamo rimasti a Nizza 3 notti. 2 giorni di sole e vento da N-E ci stavano aspettando per portarci veleggiando verso le nostre prossime destinazioni. Saint Tropez e Tolone…

 

Recent Posts

Leave a Comment

Richiedi la disponibilità per il tuo viaggio

Cercheremo di risponderti al più presto per aiutarti a organizzare la tua vacanza in barca a vela!

Start typing and press Enter to search