IT | EN

Pianificando la rotta

Fino ad oggi abbiamo navigato tra Italia e Francia, facendo base nell’Arcipelago Toscano. Da qui partivamo per veleggiare tra l’Isola d’Elba, l’Argentario ed il Giglio fino alla Corsica o alla Sardegna. Topo tanti anni passati a navigare in questa bellissima zona del Mediterraneo abbiamo iniziato a sentire il bisogno di esplorare nuovi posti, portando Dogaressa in acque nuove, che ne lei ne noi avevamo ancora conosciuto.

Partiamo! …ma per dove?

Avendo pianificato di rimanere almeno a un anno nella nostra nuova destinazione, e visto che saremmo stati in grado di partire non prima di fine ottobre, la scelta sulla destinazione si è ristretta a posti abbastanza vicini. Inoltre, essendo la nostra idea quella di vivere a bordo durante tutto l’inverno, la nostra meta ideale avrebbe dovuto avere un clima non troppo rigido nei mesi invernali. Ultima variabile – ma non per importanza – i prezzi portuali, per permetterci un soggiorno stanziale vicino ad un centro abitato e vivo anche di inverno senza spendere una fortuna.

Grecia o Spagna?

Abbiamo quindi ridotto le opzioni a due paesi: Grecia e Spagna. Nella nostra classifica ideale Atene era al primo posto, Salonicco al secondo e Valenzia al terzo. Ci immaginavamo già tra le meravigliose isole greche a mangiare Souvlaki e a visitare magnifiche rovine. Abbiamo messo la Grecia al primo posto perché ci sembrava in qualche modo una via di mezzo tra la cultura italiana e la cultura turca. Inoltre sarebbe stato comodo per entrambi visitare i familiari durante l’anno, entrambi saremmo stati vicini ai nostri paesi, senza tralasciare che in estate la Grecia è perfetta per la navigazione!

Perchè non siamo in Grecia?!

Abbiamo iniziato a scrivere ai Marina intorno ad Atene e a Salonicco e con nostra grande sorpresa si sono rivelati per niente più economici rispetto a quelli italiani. Ad Atene, nonostante ci siano vari porti turistici questi risultano tutti occupati da posti privati, non dando possibilità di sostare se non ai soci interni ai vari circoli nautici. L’unico porto che ci ha proposto un contratto semestrale per un posto barca è stato quello di Zea Marina, nel quartiere Pireo, al prezzo di circa 600€ al mese più consumi di acqua e corrente… Più accessibile come prezzi è stata invece la risposta dal porto di Salonicco, dove il prezzo proposto scendeva a circa 350€ al mese sempre escluso dei consumi. Visti i prezzi di Atene e 200 miglia in più che avremmo dovuto percorrere per arrivare fino a Salonicco, abbiamo iniziato ad allontanarci dall’idea della Grecia.

La sorpresa Valenzia

Calcolando le miglia da fare, in confronto alla rotta su Salonicco, Valenzia risultava molto più vicina. Abbiamo quindi iniziato ad indagare sui prezzi portuali spagnoli. Sebbene non fossimo molto ottimisti i prezzi portuali di Valencia si sono rivelati davvero economici. 300€ al mese inclusi tutti i consumi di acqua e corrente, che per due come noi, che vogliono vivere a bordo, significa un bel risparmio. Valencia inoltre aveva tutte le caratteristiche che avevamo in mante come nostra meta ideale: la Marina di Valencia è un porto nuovo e ben ridossato da tutti i venti, situato praticamente all’interno del centro città, con piste ciclabili che arrivano dal porto fino al centro storico, fermata della metro a pochi passi dalla banchina e, altro dettaglio non da poco, le Baleari a portata di mano, con Ibiza proprio davanti! Questo ci offre quindi anche un’incredibile opportunità per lavorare in estate, proponendo itinerari per vacanze in barca a vela alle Baleari.

La rotta è decisa. Passeremo l’intero anno a Valencia, in Spagna!

Recent Posts

Leave a Comment

Richiedi la disponibilità per il tuo viaggio

Cercheremo di risponderti al più presto per aiutarti a organizzare la tua vacanza in barca a vela!

Start typing and press Enter to search

Yoga in barca a vela